In questo sito mostro e racconto come vengono alla luce quelle che chiamo le mie creaturine. Il nome Lalazoo infatti è nato dall’unione delle prime due lettere del mio nome, quasi canticchiato, lalalala, con zoo, inteso come il caravanserraglio di tutte le creature, i pezzi unici nati nel mio laboratorio, dal connubio amorevole tra arte e Natura.

Presento le tecniche che uso e che amo insegnare, perché sono rispettose dell’ambiente e delle stagioni, e possono ispirare a chi le pratica un nuovo stile di vita, un più intimo legame con la Madre Terra.

Ecosostenibilità e Bellezza: sono i due binari su cui viaggia la mia creatività.

Tutto incominciò dall’acquerello botanico. Sono partita per il mio percorso artistico da lì. È stato un viaggio lungo, pieno di deviazioni, svolte e a volte binari ciechi, ma sicuramente quello che mi ha sempre guidato è l’amore per il mondo della Natura. Volevo imparare a ritrarre fedelmente le piante, che amo da sempre. Ma i miei primi insegnanti mi invitarono a esplorare anche altri sentieri delle arti visive.

E siccome la mia è una creatività curiosa e sempre affamata di nuovi stimoli, che ama approfondire una tecnica mentre sta già guardando a qualcosa di nuovo e diverso, ho mollato gli ormeggi: Scuola del nudo a Brera, corso di pittura sperimentale alla Nuova Accademia di Belle Arti, un corso professionale alla Scuola Orafa di Milano, corsi di scultura e ceramica, gioielli in porcellana, tintura naturale, filatura, tessitura e infine eco-printing.

Con due indimenticabili maestre: la dolce Irit Dulman prima, la grande India Flint poi. Con quest’ultima penso di avere trovato “my art way”: in fondo sono tornata alla base, ho viaggiato lungo un percorso circolare che mi ha riportata al punto di partenza, al riprodurre su carte e tessuti le forme perfette del mondo vegetale.

L’eco-print è una nuova declinazione della tintura naturale, un processo alchemico che coinvolge tutti gli elementi

quattro-elementi-03– l’acqua, quella del bagno di tintura, colorata in modo imprevedibile da  misteriosi succhi

quattro-elementi-02– la terra, che ci regala foglie, rami , radici, fiori, frutti, preziosi minerali, che vengono avvolti assieme alla stoffa in un abbraccio strettissimo

quattro-elementi-04– il fuoco che infonde potere alle tinte che si legano ai tessuti

quattro-elementi-01– l’aria che tutto avvolge e asciuga i panni tinti, stesi a farsi ammirare…

E soprattutto il TEMPO: il trasmutarsi del bianco in colore ha bisogno di tempo, di indugio.

Resistere alla tentazione di dispiegare i tessuti per conoscere il risultato, ogni volta diverso, vedere cosa hanno combinato i frutti della terra sulle lane, le sete e i cotoni, è una tortura, un addestramento alla pazienza.

Nulla in questo processo è controllabile, predittibile, si deve lasciar fare alla chimica della Natura

 

 

 

Puoi consultare tutti gli eventi e i prossimi corsi qui.

Laura Dell'Erba

Laura Dell'Erba

Nata nei favolosi anni ’60, prendo ispirazione dalla natura per le mie creature d’arte.

Tutta l’arte è solo imitazione della natura

Seneca

I prossimi eventi e corsi

Programma dei corsi 2019

Comincia un nuovo anno e siamo ansiosi di ricominciare i nostri giochi d’arte con Madre Natura.

Ecco il programma dei corsi. Le date sono già decise fino a luglio. Da settembre in poi sono da definire.

Calendario corsi primavera-estate

Le foglie crescono secondo una geometria perfetta, seguendo i principi matematici dei frattali e della sezione aurea. Inoltre le foglie lasciano ognuna un colore differente, che, come succede per tutti i colori vegetali non è un colore monovibrazionale, ma è fatto di tante diverse frequenze d’onda, di tanti diverse sfumature. Questi fenomeni fanno si che la nostra mente abbia una reazione di immediato benessere e appagamento estetico nel momento in cui osserviamo una stampa fatta con le foglie. Quindi perchè non imparare a decorare e impreziosire i nostri abiti usando tutto quello che ci regala il variegato mondo vegetale? Ovviamente con un procedimento ed ingredienti naturali ed ecosostenibili. Perciò…ecco il calendario dei prossimi corsi di ecoprint e altre cosucce… 24/25 marzo Corso indaco più Shibori a Cilavegna, nel mio laboratorio. Corso di Shibori, indaco e anche un po’ di ecoprint. Obiettivo principale di questo corso è imparare a preparare e utilizzare l’indaco, la magica polverina blu, che permette di dare quelle fantastiche sfumature dall’azzurro cielo al profondo indaco, alle nostre stoffe. Utilizzeremo esclusivamente, come è mia abitudine, la preparazione del tino naturale, senza strani additivi chimici. Giocheremo con le piegature, le cuciture e altro, per creare caleidoscopiche figure sui nostri tessuti e infine anche un po’ di ecoprint, per rendere il lavoro ancora più divertente e interessante.   7/8 aprile Ecoprint a Cilavegna, nel mio laboratorio Per principianti e autodidatti e per chi già tinge… ma vuole imparare i miei trucchi. Nel mio giardino avrete l’occasione di vedere dal vivo, e usare, moltissime piante per ecoprint. Eco per tutti!! Accenni generali alla tintura vegetale Come preparare le fibre La...

Ultime novità dal blog

Programma Corsi e Fiere dei prossimi mesi

Eccomi qui a illustrarvi il programma dei prossimi mesi, tra corsi e fiere. 14/15 e 16 luglio Corso di Ecoprint da DHG Prato Ecoprint! 2.0   22 e 23 luglio Corso di Ecoprint presso “Le metier a tisser”, a Torre de Busi (LC) 28/29 e 30 luglio a Correzzola (PD), rievocazione Medioevale con dimostrazioni e laboratori di tintura dal 12 al 19 agosto Mostra Mercato di Pisogne (BS) 2 e 3 settembre sarò a Mel per un Corso di Ecoprint 9 e 10 settembre VIRIDALIA a Thiene (VI) 16 e 17 settembre L’isola che c’è  a Villa Guardia, Fiera delle relazioni e delle economie solidali 23 e 24 settembre al Villaggio Leumann, Collegno (TO),  la popolarissima “Filo lungo filo…” fiera del tessile artistico, organizzata dall’Associazione Nazionale Tessitori. Per ora mi fermo… un abbraccio e a presto!    ...

Tintura vegetale e Ayurveda.

  L’unione del fascino dei colori vegetali e delle proprietà curative delle erbe ayurvediche: l’ultima frontiera della tintura naturale é sicuramente questa. Pare che questo procedimento venisse attuato già 2000 anni fa. Da millenni in India si usano foglie, legni, resine e altri elementi vegetali per tingere stoffe mirabilmente tessute a mano. La colorazione vegetale fu soppiantata nell’800 dai colori chimici, forse più squillanti, più resistenti, ma infinitamente più inquinanti. Nel subcontinente indiano, dove gli stabilimenti legati al tessile sono ai primi posti nella graduatoria sia per numero di aziende che di lavoratori, l’impiego della tintura chimica ha causato gravissimi problemi di salute all’uomo e all’ambiente, soprattutto a causa del degrado dei corsi d’acqua e delle falde acquifere. Ma ora, anche qui, sta crescendo il numero di chi torna alla tintura naturale. Si é costituita, a livello nazionale, un’associazione di tintori che, motivati dall’amore per la loro terra, utilizzano solo colori vegetali e si stanno adoperando per riscoprire tutte le sfumature possibili di questa arte antica. Erbe per colorare ed erbe per sanare. Un binomio utile, bello e sostenibile. Questa la particolarità: fissare al tessuto, con un processo naturale, oltre al colore, anche le capacità curative delle miscele di erbe ayurvediche. Ho avuto il privilegio di assistere a questo prezioso lavoro durante un workshop nelle campagne, davvero remote, del Tamil-Nadu. Qui ho trovato tintori che utilizzano il procedimento di colorazione ayurvedica su stoffe di vario genere: cotone biologico, seta, lino, juta, fibra di bambù. Il loro lavoro di ricerca é supportato anche dal vicino stato del Kerala, che ha promosso la sperimentazione dei tessuti ayurvedici in alcuni ospedali, ottenendo...

INDIA: viaggio tra i colori di un’arte tessile millenaria

Prologo Di che materia era fatta Alexandra David Neel? In che metallo inossidabile era stata forgiata questa impavida viaggiatrice? A partire dalla fine dell’800 viaggiò per tutto l’Oriente e, soprattutto, riuscì,  nel 1924, ad arrivare fino a Lhasa, città proibita agli occidentali, dopo un lungo viaggio pieno di peripezie, nel rigido inverno dell’altopiano del Tibet. Ora che sono di nuovo in Oriente non posso fare a meno di pensare a lei, che ha scritto libri che mi hanno fatto sognare e diventare quella che oggi sono. Stavolta il mio viaggio parte dall’estremo Sud dell’India, da Thiruvananthapuram, per gli amici Trivandrum. È la patria della medicina ayurvedica: qui si vive tra oli profumati, misteriose miscele di erbe, colori accesi della terra.   Ma anche frastuono continuo di macchine e clacson, smog, difficoltá logistiche e un paesaggio urbano davvero difficile da sopportare per un occidentale. E poi gente, gente… E coi viaggi della David Neel nella testa, benché siano passati più di cento anni, non posso fare a meno di ammirare il suo coraggio. All’epoca in cui partì dall’Europa ci volevano giorni e giorni di navigazione per approdare nel favoloso subcontinente indiano. Ora in una decina di ore si raggiunge l’aeroporto di Delhi: da li si aprono le porte verso migliaia di opportunità e percorsi. Alexandra veniva in India per studiare la filosofia buddhista e induista ed elevarsi spiritualmente. Ci riuscì così bene da essere riconosciuta “lama”, parola tibetana equivalente a “guru”.     Per me l’India è fonte di grande ispirazione spirituale. Ma stavolta sono qui anche per cercare nuove idee riguardo l’arte tessile in tutte le sue sfumature. Filatura...

Natura Donna Impresa dal 24 al 27 novembre, a Milano

Vi invito a partecipare alla manifestazione dedicata all’eccellenza del Made in Italy fatto dalle donne: Natura Donna Impresa. Con il Patrocinio del Comune di Milano Assessorato Politiche del Lavoro, Commercio, Moda e Design. Quattro giornate per una manifestazione unica: 500mq di Area espositiva con il meglio della Moda Critica, il Gioiello sperimentale, il Design di ricerca, l’Arte Contemporanea attraverso 40 Brand protagonisti. Inoltre un variegato Programma Culturale realizzato in collaborazione con la libreria il Mio Libro di Cristina di Canio. In Via Dante 14. Qui il link al programma Natura donna...

Carta e foglie nei caruggi…

Ecco alcune foto del corso di stampa su carta che ho tenuto a Genova, nello studio di Federica e Stefania, dell’associazione Fili Trame e Colori. Una bellissima esperienza, un intrecciarsi di colori, foglie e forme con il contorno dei suoni e delle immagini caratteristiche di una grande città di...