Il rito dell’abito di fine estate

Il rito dell’abito di fine estate

Lo abbiamo portato sotto La Quercia, la grande iniziatrice, che gli infonda presenza, forza e resistenza  Ci siamo divise una mela, simbolo di bellezza e fecondità,  pronte ad aprire, con trepida curiosità, il bozzolo ancora chiuso da potenti legacci. Eccolo liberato, simile per colore e forma ad un pane appena sfornato. Srotolando, le foglie cadono a terra, lasciano la loro traccia indelebile sul panno e poi si mescolano di nuovo alla Madre Terra, da cui sono venute. Piano piano, come una farfalla appena uscita dal bozzolo, apre e distende le sue ali, ancora accartocciate dall’attesa:  ecco che si apre e mostra tutti i suoi colori Ed ora resta quieto in attesa di volare verso altro luoghi e regalare ad altri la sua...