Corso di tintura naturale su fibre animali e vegetali, a Genova.

Corso di tintura naturale su fibre animali e vegetali, a Genova.

Il 13 e il 14 maggio, a Genova, presso l’associazione Fili, Trame e Colori,  terrò un corso di tintura vegetale, un’arte antica quanto l’uomo. Ritengo che una buona base sui principi della tintura naturale sarebbe utilissima a tutti coloro si vogliano avvicinare ad altre “applicazioni” del colore naturale quali ecoprint, shibori, stampa, ecc.. Spesso le persone che arrivano ai miei corsi, digiune di qualsiasi nozione, si trovano molto in difficoltà. Infatti arriva loro addosso una tale mole di informazioni, che le vedo spesso confuse. Io stessa ho incominciato tutto il mio percorso tingendo fiocco di lana, seta e anche fibre vegetali,  da filare a mano. Questo lungo apprendistato mi è servito tantissimo! E poi.. non è affascinante l’idea di uscire per una passeggiata nel bosco, tornare con una cesta di foglie, radici o fiori, e da questi riuscire a creare un colore da trasmettere a quei capi che ci accompagneranno per sempre? Il programma Il corso comincerà con una presentazione della tintura vegetale. Si prenderanno in esame diverse piante tintorie. Quindi si mordenzeranno e tingeranno le varie fibre. Ogni partecipante tornerà a casa con una cartella colori, di filati e tessuti, sia in fibre di origine animale che di fibre di origine vegetale.    Argomenti trattati La tintura vegetale, un’alternativa ecosostenibile, antica quanto l’uomo. Le piante tintorie: riconoscerle e raccoglierle in natura. Piante tintorie dal mondo. I diversi tipi di fibre: di origine animale e origine vegetale. La mordenzatura dei vari tipi di fibre. Il ruolo dell’acqua. Preparazione dei bagni di tintura. Tintura di stoffe e filati. Variazioni di colore con coadiuvanti naturali. Preparazione delle cartelle colori.   Per iscrizioni rivolgetevi a filitrameecolori@gmail.com Affrettatevi,...
Corso di ecoprint su carta 11 e 12 marzo

Corso di ecoprint su carta 11 e 12 marzo

La creatività è donna. E per festeggiare appunto la creatività, nel mese che è più dedicato alle donne, propongo un corso di ecoprint su carta, tecnica che ho avuto la fortuna di apprendere da India Flint Con modalità di realizzazione diverse dalla stampa vegetale su stoffa, nella pratica dell’ecoprint su carta non è sempre facile ottenere delle belle immagini. Molti sono i segreti da scoprire…        In questo corso insegnerò tutte le modalità per avere risultati ottimi sia dal punto di vista della definizione che della composizione di forme e di colori. Inoltre spiegherò come valorizzare le proprie opere con rilegature originali e con l’uso di inchiostri preparati con ingredienti naturali. Argomenti trattati: Le piante utili nel processo di ecoprint su carta: conoscerle, raccoglierle, conservarle Diversi tipi di carte Come preparare le carte La preparazione dei rotoli Cottura: le diverse opzioni Piegature  Rilegature Inchiostri vegetali Libro d’arte  o taccuino naturalistico?   Il corso comincerà alle 9 e 30 di sabato 11 marzo e finirà alle 17 (circa) del 12 marzo. Nel costo del corso sono compresi i materiali e i pranzi, vegetariani, di mezzogiorno. Serviranno alcune cose da portare da casa: matite, forbice, righello… ecc.. Per avere notizie sui costi, sugli agriturismi e B&B della zona, varie ed eventuali, contattatemi: Ldellerba@libero.it 3392995463 anche via WhatsApp (rispondo più velocemente) Se possibile cerco di mettere in comunicazione tra loro le allieve per condividere auto, camere ecc..   IMPORTANTE: applicherò il 5% di sconto a tutte le mie ex-allieve; il 10% a chi prenota due corsi tenuti nel mio laboratorio, a Cilavegna. Potete consultare qui il calendario: Calendario marzo/ giugno 2017 .        ...
Nuovo corso a Gerra Piano, in Canton Ticino

Nuovo corso a Gerra Piano, in Canton Ticino

Un nuovo corso a Gerra Piano, nei pressi di Locarno, il 15 e 16 maggio. Due giornate all’insegna della creatività e del contatto con la natura!! Ci divertiremo a  tingere e stampare tessuti usando foglie e altri elementi del bosco, imparando e praticando le tecniche dell’eco-print. Una bellissima occasione per stare insieme e per imparare a dare un tocco personale ai nostri abiti nel rispetto della Terra. Il corso è adatto sia ai principianti che a chi avesse già sperimentato questa tecnica. Costo per i 2 giorni:  220.- (nel costo sono inclusi i materiali di tintura, stoffe, spuntini per i 2 giorni)   Per info chiamare:  Geraldine: 0794744422 (in Canton Ticino) o Paola: +393381664018 o Laura...
Corso di Ecoprint  e molto altro in Toscana

Corso di Ecoprint e molto altro in Toscana

Il corso si svolgerà a Montisi una frazione del comune di San Giovanni d’Asso, situata sulle colline della provincia di Siena, nei giorni sabato 30 aprile e domenica 1 maggio. Lavoreremo in una meravigliosa e magica loggia situata nel giardino che si affaccia sulla Val D’Orcia, alle spalle del negozio recentemente aperto da Elena e Gabriella di ChiantiShine Andremo, come di consueto, a raccogliere foglie nei boschi circostanti e sperimenteremo, oltre alla tintura su fibre animali, seta e lana, anche le nuove mordenzature a freddo su fibre vegetali. Per chi lo desidera il corso sarà preceduto da due giorni dedicati ad ago e filo: giovedì 28 e venerdì 29 aprile le amiche Elena e Gabriella condurranno il workshop “La quadratura del cerchio”. Le partecipanti potranno imparare a disegnare, tagliare e cucire una rosa di modelli, partendo dalla perfezione del quadrato. I modelli saranno realizzati in stoffe adatte ad essere tinte con la tecnica di eco-printing, per chi lo vorrà. I due corsi possono comunque essere frequentati separatamente. Per maggiori informazioni sul programma, i costi e i pernottamenti (l’agriturismo che ci ospita mette a disposizione due appartamenti a prezzi modici), contattatemi all’indirizzo mail Ldellerba@libero.it.    ...
Sucido: seconda parte

Sucido: seconda parte

Dopo quattro bagni e una settimana di lentissima asciugatura ecco il sucido lavato Come potete vedere il colore si è schiarito un bel po’ E’ stato un bel lavorone (anche perchè la lana non era poca..), ma sono soddisfatta, soprattutto perchè la lana è rimasta morbida e gran parte dei residui vegetali se ne sono andati via con lo sporco. Vi suggerisco, se siete tentate di provare a lavare il sucido: -di utilizzare acqua calda solo nel primo bagno (con detersivo bio o sapone di Marsiglia e un goccio di ammoniaca) e quindi, nei bagni successivi, utilizzare acqua a temperatura ambiente (quella che avrà la vostra lana a quel punto lì). Infatti gli sbalzi di temperatura favoriscono l’infeltritura. – di immergere sempre la lana nel bagno “pronto”. Non fate mai scorrere l’acqua dal rubinetto sulle fibre. -di procurarvi dei capaci scolapasta, nei quali mettere la lana durante l’ammollo. In questo modo non dovrete maneggiarla troppo e potrete immergerla e toglierla dai bagni senza dover strizzare e sprimacciare qua e la : l’acqua colerà via dai buchi senza alcun ausilio meccanico e salverete la lana dall’infeltritura. Ecco la famosa prima matassina, filata dal sucido cardato, dopo il lavaggio Anche qui il colore si è schiarito in un delicato beige, e le fibre , liberate dalla lanolina, si sono gonfiate. Inoltre.. da non credere.. la matassa ha perso (dopo il lavaggio, appunto) ben 10gr di peso: da 30gr a 20gr!!! Infine la prima matassa filata con il sucido “a riccioloni” (non cardato), quello che, nel post precedente, ho fotografato appeso alla spalliera di una sedia.  Questo filo mi piace davvero tantissimo: ha carattere! Penso già a “mescolanze” selvagge...